Melfi un successo il carnevale 2017

Melfi personaggi carnevale 2017
Melfi – Un 28 febbraio da ricordare nella cittadina federiciana con la chiusura del Carnevale 2017 alla grande, dopo 50 anni di buio totale,grazie all'amministrazione comunale ed all'impegno profuso dal Vice Sindaco, Raffaele Nigro, con la partecipazione di alcune maschere giunte direttamente da Venezia ( su interessamento dell'associazione
commercianti centro storico) e di forte inclusione sociale, dai migranti africani, che dietro al carro "Mami Africa" hanno ballato per tutta la durata della sfilata, erano presenti in 30, ospiti del centro di accoglienza di Melfi ( Avvicinato Alieu, proveniente dal Gambia, Africa, ha detto: " insieme ai miei fratelli, sono molto contento di aver portato un pezzo d'Africa in questa manifestazione. Ci troviamo bene a Melfi, è una città accogliente e solidale) alla partecipazione del centro AIAS, presenti in oltre 50 figuranti ( Rocco tra gli intervistati ha espresso tutta la sua felicità nel partecipare a questo evento). Ad impreziosire questo carnevale gli alunni della scuola primaria e di 1° grado del Nitti-Berardi ( che hanno interpretato personaggi della castagna, aglio,peperoncino, zucche e funghi), del Gasparrini, Liceo Artistico ( su alcuni disegni realizzati da docenti e studenti, alcuni cartapestai di Putignano hanno realizzato i carri allegorici)  e dell'Alberghiero. In risalto il carro Scazzamauridd, tipico di Melfi e quello chiamato "Paolucc" ( il folletto del sogno) Ad aprire la sfilata il gruppo: "Bandita" proveniente da Bari, che al suono di tamburi, hanno animato le principali strade della città. a seguire, i contadini di Irsina con la torre umana;i contadini e gli animali di Melfi. I suonatori del pollino, Gli ospiti del centro Aias,gruppo in maschera di Venezia ( avvicinata la capogruppo ha detto: " siamo state accolte da brave persone in una città che non conoscevamo e bella da visitare, la nostra presenza è stata un'occasione unica per Melfi"); maschere colorate di Melfi; il gruppo della Caritas Diocesana di Melfi; Il Carro con i migranti; Il gruppo: "I Fiori" dell'associazione "Pegaso"; Il Carro "Scazzamauridd"; Il gruppo delle scuole primarie, secondarie di I e II grado; il carro "PaOlucc" ( folletto del sogno).
Lorenzo Zolfo