Quale futuro per il 118 ? Lavori in corso !!

La Segreteria  Provinciale della Fials Confsal, ha evidenziato con diverse note, le croniche difficoltà organizzative e funzionali del 118. Secondo quanto dichiara il segretario provinciale, Giuseppe Costanzo, la Regione ha deciso di modificare l'assetto strutturale e organizzativo del 118 con l'eventuale istituzione del C.R.E.U. - Centro Regionale Emergenza Urgenza. Nessun confronto c'è stato al momento a livello sindacale, con l’auspicio di un serio cambio di rotta viste le serie problematiche presenti e l'assenza di risposte alle tante segnalazioni fatte
dal sindacato. 
Le condizioni di lavoro sono incomprensibili, molte le criticità presenti che vanno dal mancato pagamento dello straordinario, ai pochi percorsi formativi, per non parlare delle condizioni strutturali di degrado in cui versano determinate postazioni. Se la Giunta Regionale – prosegue Costanzo - ha scelto di istituire un' azienda autonoma dell’emergenza, la scrivente ritiene indispensabile una rapida programmazione e realizzazione. Procedere lentamente con i soliti “tempi Italiani “ danneggia ancor più  i lavoratori viste le criticità e le difficoltà vissute dal personale operante nel 118. Pertanto - conclude Costanzo - la Fials, invita l'Assessorato alla Salute e il Presidente della Regione a palesare il progetto da realizzare, i tempi di attuazione e le peculiarità organizzative e gestionali a garanzia dei cittadini-utenti, e dei lavoratori.