gli studente del Quinto Orazio Flacco di Venosa in visita ad Unibas


Unibas Orazio flacco

Venosa
Lo scorso 12 febbraio, nell’ambito dell’orientamento universitario attuato dalle scuole superiori, l’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco” di Venosa, con le classi 5^ A e 5^ B delle sezioni Liceo Classico, hanno visitato l’Università della Basilicata. Una Università, nata 32 anni fa, che è cresciuta col passare degli anni, fino ad avere 33 corsi di studio. Classificata tra gli Atenei Minori, il Censis l'ha collocata al 3° posto tra i "piccoli Atenei". Il rapporto Docente/Alunni è 1/25. Ad
accogliere i circa 50 studenti dell’istituto venosino, accompagnati dai docenti, Donato Summa (promotore di questa iniziativa) e Antonia Lamanna, la prof. Angela Pascale docente di Scienze, nell’aula orientamento, ha detto: " abbiamo utenze anche dalla vicina Campania e Puglia, perchè gli studenti si sentono a proprio agio e protetti. Abbiamo 100 laboratori, possibilità di tirocini in luoghi attinenti allo studio". Il prof. Guido Masiello, Docente di Fisica, da 20 anni trapiantato in questa città ha dato chiarimenti sul corso di Ingegneria: " siamo stati la 1^ Università ad aver istituito il corso di laurea Ambiente e Territorio. Riusciamo a soddisfare tutti gli scambi culturali con l'estero nel progetto Erasmus ( altre Università non riescono). progetti in corso nella nostra Università ( l'unica coinvolta tra le università italiane): Meteosat: lancio del 1° satellite, equipaggiato con uno strumento che permetterà per la 1^ volta una visione a 4 dimensioni (3 spaziali + il tempo). Cari studenti, vi consiglio di studiare, di persone brave il mondo ha sempre bisogno". La giornata è continuata con la visita alle aule universitarie.
Lorenzo Zolfo