Contributi per Interventi di Risparmio Energetico su Unità Abitative Private

Risparmio energetico
Contributi per Interventi di Risparmio Energetico su Unità Abitative Private
Siamo disponibili per informazioni o per invio domanda all'ente proposto 3881005557

1. Possono presentare domanda di contributo le persone fisiche residenti nell’unità abitativa
oggetto dell’intervento, di cui devono essere proprietari o titolari di un diritto reale o
personale di godimento.
2. L’unità abitativa oggetto dell’intervento deve essere:
a) già esistente e ubicata nel territorio della Regione Basilicata;
b) classificata, ai sensi dell'articolo 3 del D.P.R. n. 412 del 26/08/1993, come categoria E 1
"edifici adibiti a residenza ed assimilabili" appartenenti alle seguenti categorie

catastali:
- A2 (civile);
- A3 (economica);3/15
- A4 (popolare);
- A5 (ultrapopolare);
- A6 (rurale);
- A7 (villini);
- A11 (abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi).
3. Non sono ammissibili domande di contributo per unità abitative in corso di realizzazione o per
unità abitative non accatastate.
4. Nella concessione del contributo è data priorità ai soggetti richiedenti che versano in
condizioni di disagio economico, valutato sulla base dell’ISEE, certificato con le modalità
indicate dal citato decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 7 novembre
2014 con riferimento ai redditi dichiarati per l’anno 2013, rilasciato da un Centro di Assistenza
Fiscale (C.A.F.) ovvero dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (I.N.P.S.).
5. Fatta salva la situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare individuata attraverso
il suddetto ISEE, che potrà essere dichiarata ed attestata entro la data di inoltro della
domanda telematica di cui al successivo articolo 6, comma 3, i soggetti richiedenti e le unità
abitative oggetto degli interventi dovranno possedere i requisiti richiesti dall'1° ottobre 2014.
6. Ciascun soggetto avente titolo potrà presentare una sola domanda di contributo a valere su
una sola unità abitativa ubicata sul territorio regionale e individuata catastalmente. Il
soggetto titolare di un diritto personale di godimento (locazione e comodato d’uso) potrà
accedere ai benefici previsti purché il relativo contratto, sottoscritto in data antecedente al 1°
ottobre 2014, risulti regolarmente registrato prima della data di inoltro della domanda
telematica di cui al successivo articolo 6, commi 2 e 3). Per ciascun nucleo familiare, rilevante
ai fini dell’ISEE, potrà essere presentata una sola domanda di contributo.
Articolo 3
(Tipologie di intervento finanziabili e spese ammissibili)
1. Le tipologie di intervento sulle unità abitative esistenti per le quali sarà possibile presentare
domanda di contributo sono le seguenti:
A. Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica;
B. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio;
C. Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari;
D. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di
climatizzazione;4/15
E. Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili.
2. Le specifiche tipologie ed i requisiti tecnici minimi degli interventi di cui al precedente comma
1 sono dettagliati nell’Allegato A al presente Avviso Pubblico.
3. Per ciascuna tipologia di intervento di cui al precedente comma 1 sono ammissibili a
contributo esclusivamente le spese, comprensive di IVA, effettuate successivamente alla data
di apertura dello sportello telematico di cui all’articolo 6, comma 3, strettamente riferibili alla
specifica tipologia di intervento prevista nell’allegato A e riconducibili alle seguenti
fattispecie:
a) Spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo, certificazioni e per
attestazione di prestazione energetica;
b) Fornitura e posa in opera dei materiali, dei componenti necessari a realizzare gli
interventi sull’involucro e sull’impiantistica dell’unità abitativa;
c) Eventuali ulteriori opere strettamente necessarie e connesse agli interventi di cui al
precedente comma 1.

1. I costi massimi ammissibili, comprensivi di spese tecniche ed IVA prevista per Legge, per
tipologia d’intervento, sono di seguito riportati:
Tipologia dell’intervento Costo massimo ammissibile comprensivo di spese tecniche ed IVA (€)

A. Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica 4.500

B. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio 10.000

C. Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari 3.000

D. Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione 4.000

E. Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili 3.000

Per articolo completo Regione Basilicata