Maschito. Il piccolo centro arbereshe piange "Sandrino" Ricchiuti

Maschito
Ricchiuti Sandrino
Nel piccolo centro arbereshe si sono svolti nei giorni scorsi i funerali di “Sandrino” Ricchiuti, da tutti conosciuto, per il lavoro di commerciante-ambulante che svolgeva in tutta l’area del vulture-alto bradano.Accoglieva la clientela con la sua cordialità e gentilezza. I familiari ed i nipoti lo ricordano così: “Ciao nonno Sandrino. Tre erano i tuoi grandi amori: la famiglia, il lavoro e... il calcio.Hai seguito con passione la tua Juventus e le vicende calcistiche prima di Massimo, figlio e poi dei nipoti Alessandro e Micky. Fino all'ultimo, nonostante le sofferenze procurategli da quella terribile malattia che ti ha portato via, hai voluto sapere il risultato della partita disputata da Micky ad Ischia con la giovanile del Melfi calcio. I tuoi cari e soprattutto i nipoti ti ricorderanno sempre, sicuri che, anche da lassù, continuerai a tifare non solo per le partite sul campo ma soprattutto per le  partite della nostra vita”.

Lorenzo Zolfo