Scoperte le “Carte Siciliane” di Salvo Cacicia . Le opere sono in mostra a Canosa di Puglia.

Carte Siciliane
Quando l’arte si fonde con l’archeologia non può che generare attrazioni di notevole interesse storico culturale come la mostra personale di pittura intitolata “Carte Siciliane” dell’artista Salvo Cacicia(58 anni) inaugurata venerdì scorso  a Canosa di Puglia “Città d’Arte e Cultura”. Entusiasta l’artista siciliano  oltre ad essere onorato di esporre in Puglia ed in particolare in una location incantevole come l’Antiquarium del Parco Archeologico di San Leucio. Le “opere su carta tra due secoli” realizzate dall’artista Salvo Cacicia nell’arco della sua trentennale carriera si inseriscono a meraviglia tra i resti dei capitelli, dei rocchi di colonne, dei mosaici e dei reperti derivanti dal Tempio di Minerva  e dalla basilica cristiana. Il Parco Archeologico di San Leucio, ubicato a sud-est di Canosa di Puglia(BT), presenta emergenze archeologiche risalenti a due epoche d
iverse: quella romana, che vide la costruzione nel III-II sec. a. C. del più imponente tempio dell’Italia meridionale, dedicato alla dea Minerva – Atena Ilias, ed  a quella paleocristiana con l’edificazione di una imponente basilica a pianta centrale per S. Leucio, che si sovrappose al podio del tempio. Dalla cultura archeologica al variegato mondo dell’arte in un intreccio di campiture monocromatiche smarginate, giochi di contrasti energetici, strati materici raggrumati che contraddistinguono la “pittura appartata” o “silenziosa” di Salvo Cacicia, tesa all’invito, a guardarsi dentro, ad entrare nel vortice delle proprie passioni. Attraverso la carta, in tutte le sue differenti consistenze, dalla docilità alla delicatezza ed alla funzionalità della stessa realizza il suo viaggio artistico tra mondi e tradizioni culturali diverse pregne di storia, fascino e bellezze cromatiche che regalano emozioni visive davvero intense e forti. Lusinghieri consensi e apprezzamenti da parte dei critici intervenuti, degli ambasciatori dell’I.M.A.H.R.(International Maitres Association Hotel Restaurant), tra i quali Giosuè Di Molfetta, promotori della rassegna artistica, di Mariangela Intraversato segretaria generale della Fondazione Archeologica Canosina (partner dell’iniziativa), della guida turistica Renato Tango, dell’artista barese Tiziana Sala e Daniela Diaferio che ha curato nei dettagli l’allestimento della mostra personale “Carte Siciliane”,  opere su carta  dell’artista Salvo Cacicia.  La mostra sarà visitabile fino al 16 ottobre dalle ore 09,00 alle 13,00 e dalle ore 15,00 alle 19,00 e su richiesta interpellando il call center tel.3338856300. Le bellezze artistiche di Salvo Cacicia avvolte nel fascino dell’archeologia canosina, un patrimonio di inestimabile valore storico e culturale.Bartolo Carbone