"Concertiamoci per Matera 2019" ad Altamura

Matera, 24 settembre 2014 - Si svolgerà domani, giovedì 25 settembre, a partire dalle 19,00, al teatro Mercadante  di Altamura, "Concertiamoci per Matera 2019", un evento promosso e organizzato dalla Di Leo Pietro SpA in collaborazione con il Comitato Matera 2019 e il Movimento Culturale Spiragli di Altamura. L’intera manifestazione andrà in onda in diretta televisiva su TRM ai canali 602 e 111 del
digitale terrestre.

Durante la tavola rotonda "Matera 2019: occasione colta",  interverranno: il sindaco di Altamura Mario Stacca, di Matera Salvatore Adduce, di Gravina in Puglia Alessio Valente e di Santeramo Michele D'Ambrosio insieme a Paolo Verri, direttore del Comitato Matera 2019 e a Pietro Di Leo, amministratore unico della Di Leo Pietro Spa, il biscottificio materano impegnato in una serie di iniziative a sostegno della candidatura di Matera a Capitale europea della cultura.
I quattro sindaci si confronteranno sull’importanza del dialogo e di una proficua collaborazione tra le città del territorio murgiano, spesso divise da sterili rivalità, per favorire l’ambizioso percorso che la città dei Sassi ha intrapreso.

Bene comune e interesse per la città: questi gli obiettivi dei primi cittadini che, in virtù del loro impegno, sottoscriveranno un patto per sancire questi propositi. 
La conclusione dell’evento sarà affidata al cantautore Eugenio Finardi, in concerto a partire dalle 21,30 con “Eugenio Finardi, parole & musica”.


«Dopo un lungo periodo in cui ci siamo dedicati allo sviluppo e al miglioramento tecnologico, dal 2012 siamo tornati a  comunicare - commenta Pietro Di Leo, amministratore unico della Di Leo Pietro Spa -  ponendo al centro la cultura e realizzando il cine-racconto “Storia Di Leo”, vincitore di numerosi premi, tra i quali ‘Parola d’impresa' promosso dal Sole 24 Ore. La visibilità ottenuta su quella testata e il forte radicamento della Di Leo sul territorio ci hanno stimolato ad investire ancora nel filone culturale sposando la candidatura di Matera a Capitale europea della cultura 2019. Dunque anche noi abbiamo colto un’occasione; un progetto ambizioso nel quale crediamo e per il quale personalmente mi sto impegnando col desiderio che quest’unico territorio murgiano possa  concorrere alla conquista di un prestigiosissimo traguardo. Occasione colta!».