Pino Campagna all’XI Festa dell’Emigrante a Canosa

Pino Campagna
Pino Campagna all’XI  Festa dell’Emigrante a Canosa di Puglia.
Cresce l’attesa per l’XI Festa dell’Emigrante che ingloberà anche il  “7° Premio Don Peppino Pinnelli”, in programma domenica 3 agosto alle ore 21,00 in Corso Garibaldi a Canosa di Puglia(BT). La manifestazione è stata organizzata dalla Compagnia “Ideateatro ’89” in collaborazione con il Comitato “Don Peppino Pinnelli”, sotto l’egida della Provincia Barletta Andria Trani e dell’Associazione Internazionale Pugliesi nel Mondo. Il tradizionale appuntamento  estivo che vedrà come direttore artistico Saverio Di Nunno, sarà presentato come di consueto da Fernando Forino, coadiuvato da Cosimo Bonavita e Raffaella  Cafagna. Sul palco saliranno ballerini delle scuole di danza “Dirty Dancing”, “To Fly”
“Dance Studio Damiano”, il cantattore Giampolo Sardella, il cantante  Mimmo da Cerignola, Saverio Bovio in arte “Savy Celentano”,  l’ex pugile di Montemilone Carmine Ferrone  che parlerà delle sue  imprese a piedi,  e  Dodo  Beat Box direttamente da Italia’S Got Talent. "Papy, ci sei? Ce la fai? Sei connesso?" i famosi tormentoni di "Zelig Circus" che in questi anni hanno spopolato per rendere noto l’ospite d’onore della Festa dell’Emigrante: Pino Campagna che ha da poco festeggiato il trentennale della carriera artistica. Il cabarettista foggiano porterà in scena il suo repertorio caratterizzato da una satira pungente e molto divertente sui costumi del “meridionale”, mettendo in risalto pregi e difetti che il pubblico ha dimostrato di capire e apprezzare grazie anche allo spirito goliardico dei suoi monologhi. Pino Campagna, sempre attento alle problematiche della società contemporanea, pone con il suo show le attenzioni su tematiche in continua evoluzione, sulle nuove generazioni, che tendono a non dare il giusto prestigio alle loro radici. Il cabaret di Pino Campagna riuscirà a creare un’atmosfera unica e coinvolgente, gioiosa e festosa, carica di energie positive che cattureranno le attenzioni dello spettatore  e delle centinaia di fans dello showman foggiano.

“““Nonostante le difficoltà organizzative ed economiche - esordisce il direttore artistico della manifestazione Saverio Di Nunno - anche quest’anno abbiamo deciso di non rinunciare al consueto incontro  estivo. I turisti ed i nostri concittadini che ritornano a Canosa durante il periodo di ferie hanno il diritto di poter trascorrere in tutta serenità momenti di svago e divertimento con un artista del calibro di Pino Campagna e di tutti gli altri ospiti invitati, in un ideale abbraccio a tutta la comunità canosina che sarà più numerosa del solito”””. Non da meno, il presentatore dello spettacolo Fernando Forino nelle sue dichiarazioni:“““Quest’anno, siamo all’undicesima edizione e l'appuntamento si rinnova con i nostri emigranti con la festa organizzata da noi di “Ideateatro ‘89”, in collaborazione con il Comitato “Don Peppino Pinnelli”. Siamo stati i pionieri di questo risveglio  e gli unici a mantenere, attraverso il teatro, le tradizioni e la cultura popolare di una Canosa antica, che con i suoi colori e la sua sempreverde genuinità, ci da sempre spunti per momenti di ilarità, alternati ad attimi di riflessione collettiva. Come ormai molti di voi già sanno, noi di “IDEATEATRO ‘89” insieme al Comitato“Don Peppino Pinnelli”, praticamente da soli (tranne  il patrocinio della Provincia BAT) organizziamo tale evento con gioia, passione e con il desiderio di accogliere i nostri amici canosini che per le festività estive riabbracciano la loro terra natia, con un affetto ed un amore che spesso chi è in loco dimentica. La festa e gli incontri annuali a Torino e Milano  riavvicinano, accorciano le distanze tra i nostri concittadini residenti fuori Canosa e la città stessa. Tutti insieme per consolidare l’amicizia che ci lega da tanto tempo e contribuire così a rendere speciale la festa e le vacanze nella nostra Canosa”. LXI Festa dell’Emigrante vedrà anche la consegna ufficiale dei premi al giornalista Paolo Pinnelli, al dirigente scolastico Francesco Di Stasi e allo chef di cucina Maurizio Gusman che si sono particolarmente distinti negli ultimi anni. Un happening estivo di richiamo all’insegna della convivialità e della condivisione accompagnato dalla musica, dalla danza, dal cabaret, dall’arte culinaria, dalle attrazioni dell’ultimo minuto che renderanno l’atmosfera spensierata  e gioiosa. Bartolo Carbone