Parte “K.Lab” il progetto innovativo nella comunicazione giovanile di Canosa di Puglia

Parte “K.Lab” il progetto innovativo nella comunicazione giovanile di Canosa di Puglia

Dall’alto dell’Acropoli dell’antica Canosa, comunemente detto “il Castello” di Canosa di Puglia (BT), parte il progetto propositivo e innovativo nella comunicazione giovanile  denominato “K.Lab”. Progetto elevato al cubo? Ancora di più, alla massima potenza “mediatica”, si fa per dire, per presentare  “K.Lab”  con il  piglio spartano, arricchito da tanta verve giovanile che sprizza da tutti i pori. “K.Lab” è  il progetto laborioso e fantasioso che si inserisce nel vasto mondo della
comunicazione di  fondamentale importanza  per emergere dal nulla e iniziare a lavorare con le proprie forze. La comunicazione è arte e come tale va curata, alimentata, approfondita, alla continua ricerca dei  particolari, dei minuziosi  dettagli che non vanno trascurati per la buona riuscita dell’evento da proporre. Ogni aspetto dell’immagine comunicativa, dalle locandine ai volantini per citarne alcuni  saranno  divulgati da “K.Lab”  per presentare  l’evento organizzato che  sarà seguito costantemente in tutti i suoi passaggi grazie anche al lavoro meticoloso nella rete. “K.Lab” è  su  internet, la risorsa indispensabile per aumentare i contatti, interagire con i potenziali “clienti” da accompagnare o meglio accogliere nei locali nell’ottica di  migliorare le relazioni sociali sfruttando i vari mezzi di comunicazione : dalla carta stampata, alla radio,  alla televisione e soprattutto al magico mondo del web.

“K.Lab” per inventare con estro e fantasia, per diffondere le informazioni positive sul divertimento e  accrescere così la visibilità dell’evento, sfruttando tutte le potenzialità del web,  il nutrito flusso di naviganti per  puntare ad ottenere tantissimi passaggi on line  a zero spese. “K.Lab” nella diffusione dell’evento e per coordinare i diversi gruppi di lavoro ed  influire così sul pubblico, dagli  studenti a corto di denaro all’adulto facoltoso,  trovando simultaneamente strategie di visibilità e di promozione possibilmente a costo zero. “K.Lab” è curiosità, abilità nel coinvolgere gli amici, accattivandoseli con sms, mms, “cicchetti”, regalando  buoni omaggi o riduzioni per  frugare  tra le novità del momento, quelle che tirano e attirano maggiormente. “K.Lab” è creatività, velocità nel  visionare  situazioni allettanti, navigando on line   per mirare al  mercato della comunicazione e poter arrivare a spunti  operativi vincenti  da  rielaborare   e proporli con disinvoltura e modalità alternative per fare la differenza!

Il progetto “K.Lab” è  rivolto ai giovani, agli amanti della  musica,  tracciando  un nuovo percorso comunicativo, per  puntare le attenzioni sui variegati  linguaggi musicali, in particolare quello elettronico in linea con la figura artistica del guest dj da presentare. “K.Lab” è un progetto condensato di nuove tecnologie e di soluzioni avanzate  come le proiezioni del mapping 3D durante i dj set,  knob eyemotional  visual designers, grazie all’apporto qualitativo e all’esperienza di  Tommy Todisco e Simone Sinesi.  I firmatari  del progetto “K.Lab”, tutti canosini,  sono :
- Gigi Angione (24 anni)  che da diversi anni si occupa dell’organizzazione di eventi e serate disco nella nostra città, partendo dallo school party a one night. Esperienze lavorative  acquisite anche   Riccione “il paese dei balocchi” dove la notte diventa magica  immersa nelle atmosfere del divertimento, della moda, della musica e del popolo della notte in movimento.
- Fabio Sardella(18 anni), studente  al quinto anno del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Canosa con la passione del web design.  
- Paky Pepe(20 anni), aspirante ragioniere dell’ I.T.C. “L.Einaudi” di Canosa impegnato nei conteggi e nelle statistiche.
- Donato Acquaviva (18 anni), studente al quinto anno del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Canosa , è il grafico  del gruppo.

Il primo evento targato “K.Lab” è in programma  il prossimo  4 aprile 2012 a Canosa  ed avrà come guest Fabio Ricciuti: affermato dj producer, guest resident nei migliori club underground italiani, organizzatore  di importanti eventi come Hormonika, Belo Horizonti e Stardust, nonchè uno dei pionieri della musica elettronica in Puglia. Negli anni ha suonato con dj di fama nazionale ed estera del calibro di Ralf, Fabrizio Maurizi, Claudio Coccoluto, Alex Neri, Luca Agnelli, ma anche artisti di fama mondiale come Jeff Mills, Jamie Jones, Reboot, Luciano, Octave One, Henrik Schwarz, Ryan Crosson, Riva Starr, Cassius, Tiga.  Nell’happening che terrà a battesimo il progetto “K.Lab” con Fabio Ricciuti saranno di supporto dj emergenti del panorama musicale elettronico  pugliese: i talentuosi Andy (20 anni) e Joy (27 anni)  in arte “Qubiko”, Ciro Maltri(28 anni) e Marcello Cucchiarale(22 anni), in arte “Mars”.

Dall’alto dell’Acropoli dell’antica Canosa, comunemente detto “il Castello” di Canosa di Puglia (BT), lanciamo il nostro modo di vedere la vita, il  nostro pensiero : “““noi  giovani abbiamo il diritto di esprimere il nostro  talento e savoir faire in tutti i campi lavorativi, ma anche nell’arte, nello spettacolo e nella  musica in particolare, collegandoci alla stessa  come potrebbe essere  la promozione di un  evento, di un contest, di  un party! Inseguendo un sogno nel mondo del lavoro, sempre più una chimera, con proposte nuove sulle realtà musicali emergenti e nel contempo  divertirci,  la cosa più bella! E, questa  non ce la toglierà  nessuno!””” In bocca al lupo ragazzi!
Bartolo Carbone