L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Kèrinos” del team Guerrazzi tra le prime a Bari.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica  “Kèrinos” del team Guerrazzi tra le prime a Bari. 

Prosegue con risultati soddisfacenti la stagione agonistica dell’Associazione Sportiva Dilettantistica  “Kèrinos” di Cerignola (FG) diretta egregiamente  dal Maestro Gianni Guerrazzi e coadiuvato da suoi più stretti collaboratori Matteo Roselli e  Domenico Iacobone, entrambi allenatori, tutti impegnati in prima linea nella diffusione e nella promozione dello judo a tutti i livelli. Nelle gare svoltesi domenica scorsa a Bari, presso il Palazzetto “Palestra Francesco Martino”, ex GIL,  in occasione del Trofeo Nazionale di Judo  Città di Bari – Centro Sportivo Educativo Nazionale (C.S.E.N.), il Team Guerrazzi ha schierato 29 atleti che hanno ben figurato dando  il massimo.



Nella classe Bambini hanno gareggiato: Miriana Capuano (classe 2003) categoria 32kg  1° posto  in classifica, Martina Pizzolo (classe 2003) categoria 32kg  2a classificata, Silvio Ventura (classe 2004) categoria 38kg  2°classificato, Paolo Marinaro (classe 2004) categoria 34kg 2° classificato, Filippo Prudente (classe 2003) categoria 34kg 3° classificato, Fedele Bizzoca (classe 2004) categoria 30kg 3° classificato, il canosino Davide Notargiacomo (classe 2002) categoria 30kg 2°classificato, Michelangelo Conti (classe 2003) categoria 26kg 3° classificato, Francesco Marinaro (classe 2002) categoria 30kg  3° classificato, Vittoria Rendine (classe 2003) categoria +44kg 1a classificata.

Nella categoria dei Ragazzi hanno partecipato : Giuseppe Da Bellonio (classe 2001) categoria +66kg 1° classificato, Francesco  Bellifemine (classe 2001) categoria 38 kg 1° classificato.

Nella categoria Esordienti A: Alberto Delaurentis  (classe 2000) categoria 38kg si è classificato  al secondo posto, vincendo 2 inconti per Ippon arrendendosi nella finale, Debora Moscano (classe 2000)  di Stornarella(FG) nella categoria 52 kg  al primo posto  vincendo nel  finale con un wazari immobilizzando l’avversaria, Francesco Desantis (classe 2000) categoria 45 kg  secondo classificato vincendo due incontri per Ippon mentre nella finale non riesce a trovare la marcia giusta, Giuseppe Fasano (classe 2000) nella categoria 70 kg, brevissimo il suo incontro durato quasi 2 secondi, contraddistinto dall’ attacco con  Ippon che vale il  1° posto .

Nella classe Esordienti B: la canosina Sabrina  Fuggetti (classe 1999) si è  classificata al secondo posto nonostante  l’infortunio subito in settimana riuscendo a vincere i primi due incontri senza particolari problemi mentre nella finale si arrende all’atleta barese Federica Quarto facendosi immobilizzare nella lotta a terra, Pasquale Capuano (classe 1999) categoria 60 kg  si piazza al secondo posto,  vincendo  il primo incontro con un Ippon  mentre nella finale non riesce a trovare il ritmo gara, Costantino  Noviello di Stornarella(FG)  categoria +73 nel primo incontro vince per Ippon mentre nella finale perde per immobilizzazione, Gioacchino Rendine (classe 1999) categoria 60 kg si piazza al secondo posto, Marco  Totaro (classe 1998) categoria 55 kg vince il primo incontro con un Ippon a pochi secondi dall’inizio del combattimento mentre nella finale perde, piazzandosi al secondo posto della classifica, Matteo  Pizzolo (classe 1998  ) sempre nella categoria 55 kg  si classifica  3° perdendo il primo incontro e vincendo la finale per il terzo posto, Andrea Pulcino (classe 1999) categoria 66 kg vincendo due incontri con Ippon si classifica al  primo posto .

Nella categoria Cadetti il quotato Giorgio Roselli (classe 1966)  66kg ha  vinto i primi due incontri per Ippon   arrendendosi in finale  nella lotta a terra complice la stanchezza dovuta all’attesa della gara. Nella stessa  categoria  il canosino  Angelo Massari  (classe 1996)  si piazza al terzo posto perdendo  il primo incontro per shido   e  aggiudicandosi  la finale del 3°- 5° posto con un Ippon di classe.  Da segnalare le buone prestazioni di Alessio Izzillo nella  categoria 55 kg che non riesce a trovare la marcia giusta e la concentrazione dimostrate in altre occasioni   e di Vito Mazzocca  nella categoria 73 kg  che vince due incontri, uno per Ippon e l’altro nella lotta a terra con uno strangolamento, arrendendosi  nella finale.

Nella gare  della categoria Juniores, fino a cintura arancione, le new entry  Michele Leggieri e Michele Colella  (classe 1995) categoria 55kg ottengono  rispettivamente il primo e secondo posto dimostrando di aver appreso molto presto i fondamentali dello judo.

L’A.S.D. “Kèrinos” di Cerignola(FG) si è classificata al 5° posto con 118 punti, un  piazzamento  di notevole spessore vista la folta concorrenza di squadre molto più importanti che hanno partecipato  a questa manifestazione nel capoluogo pugliese. Il maestro Gianni Guerrazzi si ritiene soddisfatto sia per il  livello tecnico raggiunto, gli Ippon come sempre non sono mancati, che  per il carattere dimostrato nella fase pre - incontro dove molte volte le emozioni giocano un ruolo fondamentale. Grande maturità raggiunta dagli atleti che senza accettare provocazioni hanno portato a termine gli incontri rispettando sempre l’ avversario e tutti i componenti delle squadre avversarie. Il rispetto per se e per gli altri come dettato dal fair play: correttezza, lealtà sportiva e stima reciproca,  valori fondamentali dello sport che contraddistinguono tutti gli appartenenti dell’ A.S.D. “Kèrinos” unitamente agli accompagnatori e ai  genitori degli atleti .

Inoltre, sabato 17 marzo scorso, lo staff tecnico composto dal maestro Gianni Guerrazzi e dell’allenatore Domenico Iacobone dell’A.S.D. Judo Club Canosa, da poco costituitasi, ha presentato i corsi e i suoi atleti con un saggio di judo presso la Scuola Media Statale G. Bovio di Canosa di Puglia (BT) alla presenza del sindaco Francesco Ventola, dell’assessore allo sport Michele Vitrani e della dottoressa Carmelinda Lombardi, assessore provinciale alle politiche sociali, e di un nutrito pubblico. I corsi di judo che  si terranno nei seguenti giorni  il martedì e giovedì, dalle ore 19.00 alle 20.30, e il sabato dalle ore 17.30 alle 19.00, saranno all’insegna del motto “Trasmettiamo Passione” con  la voglia di dare sempre il meglio per avvicinare la gente allo sport, in particolare allo judo,  lo sport educativo per eccellenza fatto di  sacrifici, umiltà e abnegazione. La pratica sportiva rappresenta il momento migliore per esprimere la passione, il puro senso dell’aggregazione sociale e soprattutto  la gioia di vivere non dimenticando che lo judo è un’arte di difesa e mai di offesa, uno sport che dietro l’agonismo, aspetto secondario, cela una filosofia profondamente educativa e positiva. Lo judo è un valido mezzo per l’apprendimento della disciplina e di alcune fra le regole di comportamento fondanti della nostra società. Bartolo Carbone