Venosa 24-28 ottobre progetto Comenius. A Venosa sette delegazioni straniere per scambi culturali e scolastici.

VENOSA. PROGETTO COMENIUS. 24-28 OTTOBRE 2011. PROGETTO SCOLASTICO EUROPEO. GEMELLAGGIO TRAL’ISTITUTO COMPRENSIVO”VENOSA II” E SETTE SCUOLE EUROPEE,  BULGARIA, TURCHIA,LITUANIA, OLANDA,POLONIA, SPAGNA E ROMANIA. SI RITROVANO NEL CENTRO ORAZIANO PER SCAMBI DEL PROPRIO SISTEMA SCOLASTICO.

Venosa.
Dallo scorso 24 ottobre nella cittadina oraziana sono giunte sette scuole europee per uno scambio culturale e del proprio sistema scolastico. A promuovere questa iniziativa,  denominata Progetto Comenius, è stato l’Istituto comprensivo “Luigi La Vista, Venosa II”, diretta dal dirigente scolastico, Pasquale Covella. Sono presenti le scuole: Osnovo Uchilishte “Sveti Kiril I Metody” di Haskovo (Bulgaria),Ies Bajo Gadalquivar “Lebrija” di Siviglia (Spagna),  Vims-International Meridian School di Vilnius (Lituania), Zuidwalschool  di Den Haag (Olanda), Gimnazjum nr23 im. Szarych Szeregòw  di Poznan’ (Polonia), Scoala cu cls. I-VIII
Nr.10 Mihail Sadoveanu di Vaslui Romania e Akinilar Mahallesi Ahmet Hashas IIkogretim Okulu di Konya Turchia. Si fermeranno fino al 28 ottobre. Lo scorso 25 ottobre si è svolta la cerimonia di benvenuto presso la sede centrale “Luigi La Vista” con i saluti delle autorità presenti, la presentazione del progetto Comenius e brevi interventi dei rappresentanti delle delegazioni straniere sui rispettivi sistemi scolastici (l’insegnante Maria Muscio ha sapientemente svolto la funzione di raccordo tra le scuole straniere e quella italiana) . Sono stati eseguiti gli inni nazionale degli Stati presenti dal prof. Pino Lioy al pianoforte accompagnato dal violino dalla studentessa Roberta Lioy. Il dirigente scolastico Pasquale Covella ha riferito: “ per me e la mia scuola è un piacere ed onore avviare questo progetto europeo che accomuna otto scuole per promuovere una cultura europea. Ringrazio i Docenti, i genitori e gli sponsor per la riuscita di questo progetto”. Per l’amministrazione comunale era presente il consigliere comunale Rocco Di Vietri che ha portato anche i saluti del Sindaco Tamburriello: “ vi auguriamo una serena e piacevole permanenza a Venosa sotto tutti i punti di vista, da quello culturale a quello turistico. Sono convinto che più Europa sociale e democratica si raggiungono attraverso questi scambi scolastici europei”. E’ stato presentato il lavoro dell’istituto comprensivo di Venosa sulla bandiera italiana. E’ seguita la proiezione di un video sui 150 anni dell’Unità D’Italia. La mattinata si è conclusa con la visita all’Abbazia della Santissima Trinità. La giornata si è conclusa con la visita al plesso della scuola secondaria di I grado di via Melfi dove si sono esibiti gli sbandierati della scuola preparati dalla prof.ssa Anna De Silva e l’orchestra musicale del prof. Ferdinando Caputo. Durante gli altri giorni di permanenza, le delegazioni scolastiche seguiranno le attività didattiche della scuola primaria e scuola dell’Infanzia “Giovanni Paolo II”, quelle musicali della scuola secondaria I grado di via Appia, non mancheranno le visite storico-archeologiche nel territorio lucano, all’istituto dei Padri Trinitari e l’incontro operativo di raccordo delle attività del progetto presso la sede staccata della scuola Primaria di Ginestra.
Lorenzo Zolfo