Presentazione settima giornata di campionato di promozione pugliese girone A tra l'ASD Canosa e Virtus Bitritto

A Canosa si continua a parlare di fair play nel ricordo di  Marco Simoncelli.

Non è facile riprendere a  parlare di sport dopo questi giorni terribili segnati dal triste evento della morte del giovane campione di motociclismo  GP  Marco Simoncelli. Il mondo dello sport si è fermato per ricordare il “Campione di simpatia, generosità  e coraggio”, l’uomo amato e apprezzato da tutti indistintamente che si sono stretti  attorno alla famiglia di Super SIC nel giorno dei funerali a Coriano. Una grave perdita per la famiglia, per la comunità romagnola e per tutto il movimento sportivo mondiale che vede volare una stella in  cielo e brillerà più luminosa di prima col suo sorriso indimenticabile e prorompente simpatia. “Siamo solo noi”
che ti ricordiamo con immensa stima e con le lacrime agli occhi prima di riprendere a commentare il calcio locale alla vigilia della settima giornata di campionato di promozione pugliese girone A.

Domenica pomeriggio  alle ore 14,30 allo Stadio  San Sabino  di Canosa di Puglia(BT) scenderanno in campo il Virtus Bitritto che ha sconfitto l’imbattuta Nuova Andria e l’A.S.D. Canosa reduce dalla vittoriosa trasferta a San Giovanni Rotondo (FG). La formazione rossoblu deve sfatare il tabù delle partite casalinghe, migliorando le sue prestazioni, sinora apparse opache e sottotono, serve maggiore concentrazione e  grinta contro  l’avversario  che si andrà ad affrontare. Gli ospiti guidati da mister Mongelli sono  a quota nove punti,  fuori casa hanno vinto a Cellamare mentre hanno perso di misura contro la R.Rutiglianese e il Castellana  dimostrando una verve  battagliera mai domi come parlano le cronache. Sicuramente non sarà un incontro semplice da gestire per Conteduca e compagni che ci tengono a regalare una vittoria ai tifosi e in particolare agli Ultrà Canosa 2003, sempre  presenti in casa e fuori, forse l’unica tifoseria di questo campionato. Una costante che merita di essere evidenziata in attesa di maggiori soddisfazioni a partire dalla prossima partita che si giocherà nella domenica del cambio di orario. Si torna all’ora solare  con sessanta minuti  in più di sonno e ben riposati si potrà rileggere attentamente il codice di comportamento  che definisce lo spettatore  “un vero sportivo” quando:

-  applaude il vincitore  ma incoraggia il perdente;
-  pone da parte ogni pregiudizio sociale o locale;
-  rispetta le decisioni  della terna arbitrale anche se non le condivide;
-  sa trarre utili lezioni dalla vittoria e dalla sconfitta;
-  si comporta in maniera dignitosa durante le gare;
- agisce sempre ed in ogni occasione, tanto dentro quanto fuori dello stadio, con dignità e sentimento sportivo.

Allo sport è tradizionalmente attribuito il merito di essere una palestra di vita e di valori e ogni occasione è utile per diffondere il Fair Play attraverso annunci, dibattiti, articoli come questo, i  precedenti e  i prossimi  sempre prima delle gare . Occorre  continuità, capillarità e costanza  per la divulgazione di questi messaggi per fare una vera e propria opera di rieducazione fra tutti quelli che gravitano nell’ambito calcistico, a partire dalla base, per far crescere ed applicare quei principi morali che dovranno poi essere compagni di vita e di coscienza. Buona domenica a tutti! Bartolo Carbone