Ventola su piazza Vittorio Veneto

Sull’utilizzo di Piazza Vittorio Veneto, l’intervento del sindaco Francesco Ventola: “sono a disposizione altre tre piazze centrali”, come piazza della Repubblica, piazza Ferrara e Piazza Padre Antonio Maria Losito, dalle 18 alle 22

Siamo alle solite, ogni occasione è buona per fare soprattutto demagogia e strumentalizzare quanto è invece oggetto di disciplina per il corretto svolgimento di attività ed interessi diversi della collettività cittadina - scrive il sindaco di Canosa di Puglia, Francesco Ventola -. Sull’appuntamento referendario prossimo sono quasi quotidiani gli interventi, ospitati dai mezzi di informazione, posti in essere dai sostenitori favorevoli ai quesiti. L’attenzione richiamata, però, non è nel merito delle questioni ma, invece, proprio sul regolamento con il quale sono stati fissati principi uguali per tutti.
La cadenza dell’appuntamento referendario, in coincidenza con le diverse manifestazioni organizzate a fine anno formativo da parte di scuole ed associazioni, ha reso necessario adottare un apposito regolamento cui ogni schieramento deve uniformarsi. Diversamente, per l’utilizzo di piazza Vittorio Veneto, infatti, ci si sarebbe trovati di fronte alle esigenze dei contrapposti sostenitori e delle contestuali iniziative scolastiche con il rischio di sacrificare talune di esse o creare discriminazioni discutibili (ad esempio per i giorni della settimana cui sarebbe toccata la disponibilità della piazza …).
Con il regolamento adottato, perciò, anziché limitare la presenza in Piazza Vittorio Veneto, dovendola alternare giornalmente tra i diversi schieramenti con il problema della compatibilità con altre coincidenti iniziative scolastiche ecc., sono state dedicate altre tre piazze centrali della Città quali sono piazza della Repubblica, piazza Ferrara e Piazza Padre Antonio Maria Losito, già oggetto di svolgimento di manifestazioni politiche ecc.., con un’ampia fascia oraria: 18 - 22. Così facendo, ogni giorno i soggetti coinvolti  hanno a disposizione 1 o 2 piazze presso cui effettuare comizi e/o montare strutture mobili utili per ogni esigenza. Con ciò, inoltre, si assicura comunque una sufficiente fruizione di spazi di ritrovo abituale.
Quindi, mi pare ci siano tutte le condizioni per non sacrificare alcuna esigenza e si sia evitato che in corso d’opera potessero emergere comprensibili recriminazioni da parte dell’uno o dell’altro schieramento,  pro o contro i quesiti referendari.
Del resto, chi si lamenta per tale disciplina, ha già manifestato senza alcuna autorizzazione in piazza Vittorio Veneto e  senza che se ne sia fatto un caso di particolare o strumentale rilievo.
Perciò auspico il corretto svolgimento delle diverse attività ed il più propositivo confronto tra i diversi sostenitori affinché si possa offrire alla gente ogni informativa ritenuta utile. Spero che anche questa volta l’augurio non rimanga ulteriormente deluso. Buon lavoro a tutti”.
ufficio stampa
tel. 0883.610 206, cell. 347.6325951, fax. 0883.661005
e-mail: ufficiostampacomunedicanosa@gmail.com
portale del Comune di Canosa: http://www.comune.canosa.ba.it/