Emilio D'Andrea, giornalista e poeta arbereshe vince 1° premio del "Principe Skanderberg"

LA BASILICATA FA IL BIS IN PIEMONTE .

PER EMILIO D'ANDREA, GIORNALISTA E POETA ARBERESH IL 1° PREMIO DEL “PRINCIPE SKANDERBEG”

E due ( la prima edizione fu vinta nel 2001 dalla poetessa Blerina Bilo) sono le medaglie d'oro assegnate alla Basilicata , per la decima edizione del concorso letterario nazionale “Principe Giorgio Kastriota Skanderbeg” per iniziativa lungimirante dell'associazione onlus “Vatra Arberesh” con funzioni di coordinamento per il Piemonte. Una giornata intensa e di alto livello , vi hanno partecipato oltre un centinaio di autori, sparsi nelle sette regioni meridionali (Sicilia, Calabria, Puglia, Molise, Campania, Abruzzo e Basilicata) che ospitano, ai sensi della Legge nazionale 482/99 , comunità alloglotte d'origine balcanica.Un comitato d'onore di assoluto rilievo ha arricchito la manifestazione , fra gli altri l'Ambasciatore in Italia della Repubblica d'Albania, Llesh Kola , il Presidente della Commissione Regionale Lucani nel mondo , Antonio Di Sanza, il v.prefetto di Torino Raffaele Ruberto, il deputato Marco Calgaro, Antonio Caputo (originario di Ginestra) Difensore Civico della Regione Piemonte, Papàs Angelo Belluscio della Chiesa Bizantina in Torino, Coba Console generale d'Albania in Milano, Giovanni Laurìa della Camera di Commercio di Tirana in Piemonte.
La giornata culturale era iniziata , in mattinata , con un gruppo di autorevoli ospiti in visita guidata ,con Bepi Ferrero cicerone d'eccezione, per le emergenze monumentali di Chieri (l'antichissima Carreum dei romani) fra cui le stupende chiese romaniche e gotiche , il “Ghetto Ebraico”, l'Arco di città , costruito nel 1580 e restaurato nei secoli successivi e tant'altro. Anche le associazioni culturali di Torino (prima capitale del Regno d'Italia) fra cui, soprattutto, la “Giustino Fortunato” presieduta con alta professionalità da vari lustri dal lucano Michele Moretti, la stessa “Vatra Arbereshe” che dalle prossime settimane sarà ospitata in pieno centro , nei pressi Chiesa Arbereshe di S. Michele, hanno apportato un contributo di presenza qualificante alla performance chierese, tramite Antonio Gioseffi, segretario del benemerito sodalizio, Vincenzo Cucci, presidente, Gianni Lanza tesoriere. Oltre che con un indirizzo di saluto dello stesso sindaco chierese, Francesco Lancione, diversi assessori e Francesco Candido dell'Ufficio Strategico Lingue minoritarie della Provincia di Torino. La giurìa nazionale del “Principe G.K.Skanderbeg” 2011 (Enza Musardo Talò, Luis De Rosa, Demetrio Emmanuele, Italo C. Fortino, Donato M. Mazzeo) è stata presieduta da Zef Kakoca. Formata , nelle diverse edizioni, da esperti, studiosi di albanologìa, docenti dell' Università L'Orientale di Napoli, Cosenza, Torino e Roma , direttori di testate etniche (Katundi Yne , Basilicata Arbereshe , Jeta Arbereshe, Mondo Albanese ) ha redatto una graduatoria di merito , sezioni adulti e giovani autori.
Ecco l'elenco dei premiati 2011 , per la sezione adulti :
1° Premio con pergamena e assegno a Emilio D'Andrea (Barile, Potenza) ;
2° Premio con pergamena e assegno a Giovanni Trojano (Trebisacce, Cosenza) ;
3° Premio con pergamena e assegno a Vincenzo Bruno (Civita, Cosenza).
Per la sezione giovani, quest'anno più numerosa, premiati per lo standard ed il contenuto delle loro poesie (nelle scorse edizioni , con appendice di racconti ed elaborati in prosa) i seguenti :
Mario Giorgio Bucci (Chieuti, Foggia) , Anxhela Naka (skipetara immigrata a Ururi, Campobasso), gli allievi della classe quarta elementare di San Demetrio Corone, Cosenza.
In serata , una affollata platea, ha assistito all'esibizione musicale di Ernesto Jannuzzi da Lungro, Erland Lisi con tradizionale “Ciftelia” ed altri strumenti a corda , alla performance applauditissima della folk-singer internazionale Silvana Licursi (celebre il suo Lp “Far from the land of Eagles” presentato a New York ) originaria della comunità albanofona di Portocannone (Molise), con Domenico Ascione (chitarre), Arnaldo Vacca (percussioni) , Elvin Dhimitri (violino). Per chi ne avesse curiosità, da domani, è accessibile ,on line, un'ampia Photo Gallery all'indirizzo www.vatrarberesh.it ” curato da Its di Max Nesci