Presto il bosco comunale sarà controllato anche dalle guardie giurate volontarie

Consiglio comunale Ripacandida
Ripacandida.
Il consiglio comunale dello scorso 30 giugno, presenti tutti i consiglieri comunali, ha approvato il rendiconto dell’esercizio 2007 con 10 voti favorevoli e due astenuti. Nel 3° punto all’o.d.g. è stato approvato il progetto di vigilanza ambientale del bosco di Ripacandida presentato dall’assessore all’Ambiente Patrizia Lepellere. Prevede per l’estate e l’autunno 2008 un servizio di controllo del bosco da parte di volontari dell’A.N.U.S.C.A. Ecco il contenuto della progetto: “Il bosco, non deve essere solo patrimonio di saccheggio, ma deve rappresentare un momento propositivo, di iniziative per la piena valorizzazione come percorsi, itinerari programmati per escursioni di visitatori limitrofi ed oltre.



Nonostante i pochi mesi di insediamento, questo Assessorato e tutta la maggioranza, già sensibile al problema, ha voluto affrontare con priorità immediata il tema: “BOSCO COMUNALE”, dando una prima risposta alle forze di minoranza, ed in particolare al consigliere Martino, ma soprattutto all’intera popolazione ripacandidese”.
E l’assessore all’Ambiente Patrizia Lepellere con nota indirizzata alla Provincia di Potenza, richiedeva una collaborazione interistituzionale per meglio salvaguardare il Bosco Comunale per tutelare un bene di capitale importanza per tutta la comunità ripacandidese. Un bene costituito da specie prevalentemente quercina esteso per circa 800 ha e che proprio la facile transitabilità lo rendono particolarmente vulnerabile a tagli indiscriminati che tra l’altro ne compromettono una corretta rigenerazione. “Nonostante il controllo da parte degli organi preposti, risulta sempre più complicato svolgere un’azione di vigilanza su tutto l’intero territorio boschivo”.

La Provincia con nota a firma dell’Assessore Dott. Giancarlo D’Angelo al fine di dare una risposta concreta all’amministrazione, chiedeva all’A.N.P.A.N.A. Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente , la disponibilità a collaborare e rafforzare la vigilanza ambientale nel territorio del Bosco Comunale, a seguito l’A.N.P.A.N.A. ritenendo detta richiesta meritevole di accoglimento comunicava alla Provincia la disponibilità a collaborare con il Comune di Ripacandida per la salvaguardia del bosco comunale avvalendosi delle Guardie Volontarie Giurate muniti di decreti prefettizi e provinciali a titolo del tutto gratuito per il Comune di Ripacandida per l’estate/autunno 2008/09. Le Guardie Giurate Volontarie dell’A.N.P.A.N.A., esplicano la loro attività a titolo gratuito, senza che ciò dia luogo a costituzione di rapporto di lavoro con il Comune o meglio faccia sorgere diritti di qualsiasi natura nei suoi confronti. Le Guardie Volontarie dell’ A.N.P.A.N.A. durante il loro servizio indosseranno le uniformi ufficiali operative e ordinarie muniti dei segni distintivi dell’associazione ed approvate dalla Prefettura di Potenza come per legge.

“Spero che questo sia l’inizio di una collaborazione non solo con l’associazione- conclude l’assessore Repellere- ma anche con le forze di minoranza, perché questa maggioranza non è chiusa al dialogo come è avvenuto in passato, bensì attenta ai problemi locali e aperta a qualsiasi forma di ascolto e senza avversioni nei confronti di coloro che oggi rappresentano l’opposizione”.
Lorenzo Zolfo